Importanza delle piante da interno negli interni degli uffici

Importanza delle piante da interno negli interni degli uffici


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Piante da interno, giardini verticali e cortili in ufficio hanno più vantaggi oltre alla semplice estetica. S pace è un potente strumento per promuovere il coinvolgimento, ispirare l'innovazione e promuovere la produttività. Ma che aspetto ha esattamente uno spazio ottimale? In Science of Space , esploriamo come la scienza del design intenzionale può trasformare qualsiasi ambiente di lavoro in un'esperienza olistica.

Contenuto:
  • 5 sorprendenti benefici per la salute di avere piante in casa
  • Ottieni una pianta per la tua scrivania! Aiuta a ridurre la fatica, lo stress e aumenta la produttività
  • Benefici delle piante da interno
  • Vantaggi dell'aggiunta di piante al tuo ufficio
  • Sette vantaggi di avere piante nel tuo ufficio
  • Le caratteristiche e i vantaggi delle piante da interno
  • Le piante negli uffici aumentano la felicità e la produttività
  • Vantaggi delle pareti viventi interne
GUARDA IL VIDEO CORRELATO: I 5 vantaggi delle piante da interno per il tuo business

5 sorprendenti benefici per la salute di avere piante in casa

Una pianta d'appartamento è una pianta che viene coltivata al chiuso in luoghi come residenze e uffici, vale a dire per scopi decorativi, ma gli studi hanno dimostrato che hanno anche effetti psicologici positivi. Aiutano anche con la purificazione dell'aria interna, poiché alcune specie e i microbi del suolo ad esse associati riducono l'inquinamento dell'aria interna assorbendo composti organici volatili tra cui benzene, formaldeide e tricloroetilene.

Sebbene generalmente tossici per l'uomo, tali inquinanti vengono assorbiti dalla pianta e dai suoi microbi che abitano il suolo senza danni. Le piante d'appartamento comuni sono solitamente epifite tropicali o semitropicali, succulente o cactus. Senza queste condizioni la maggior parte delle piante da appartamento può morire facilmente. Inoltre, le piante d'appartamento hanno bisogno del fertilizzante adeguato e dei vasi di dimensioni corrette.

Gli antichi egizi e sumeri coltivavano piante ornamentali e da frutto in contenitori decorativi. Gli antichi greci e i romani coltivavano alberi di alloro in vasi di terracotta. Nell'antica Cina, le piante in vaso venivano mostrate in mostre da giardino più di 2 anni fa.

Nel Medioevo, il giardinaggio ornamentale era limitato ai monasteri. Negli orti di epoca medievale si coltivavano piante da orto come finocchio, cavolo cappuccio, cipolla, aglio, porro, ravanello e pastinaca, piselli, lenticchie e fagioli se c'era spazio per loro.

I gillyflowers sono stati anche esposti in contenitori. Nel Rinascimento, collezionisti di piante e ricchi mercanti dall'Italia, dai Paesi Bassi e dal Belgio importarono piante dall'Asia Minore e dalle Indie Orientali.

Il Senecio angulatus è stato introdotto a Malta e nel resto d'Europa nel XV secolo come pianta ornamentale. Nel XVI secolo, il fascino delle piante esotiche crebbe tra l'aristocrazia di Francia e Inghilterra, con l'inventore e scrittore Sir Hugh Platt che pubblicò Garden of Eden in , che era un libro su come coltivare le piante nelle case. Fino al XVII secolo, c'erano poche prove della cultura delle piante d'appartamento per l'Europa centrale. Una spiegazione è il basso tenore di vita a quel tempo.

Usare il davanzale della finestra nel soggiorno come riparo per le piante significava meno luce, libertà di stivaggio e libertà di movimento.

Anche nelle stanze laterali, spesso buie e non riscaldate, non c'erano quasi piante. L'allevamento delle piante si sviluppò tra la fine del XVII e il XVIII secolo. Ora le piante erano ampiamente coltivate con i ricercatori e i botanici portarono oltre 5 specie in Europa dalle loro spedizioni navali dal Sud America, dall'Africa, dall'Asia e dall'Australia. All'inizio dell'età borghese, alla fine del Settecento, i tavoli da fiori entrano a far parte dei saloni.

Nel XVIII secolo, inoltre, erano fiorenti i vivai, che rifornivano migliaia di piante, tra cui agrumi, gelsomini, mignonette, allori, mirti, agavi e aloe. L'epoca vittoriana oscura e fumosa vide il primo uso di piante d'appartamento da parte della classe media, che erano percepite come simbolo di status sociale e valore morale, e venivano utilizzate su finestre, in casi Wardian, tralicci e supporti. Già alla fine dell'ottocento l'areale comprendeva begonie, orchidee, cineraria, clivia, ciclamino e fiori di fenicottero, ma anche piante ornamentali a foglia come felci, abete bianco, asparagi ornamentali, lilium, pianta del serpente, edera inglese e albero della gomma .

All'inizio del XX secolo, le grandi finestre, spesso dal pavimento al soffitto, garantivano una transizione senza soluzione di continuità dall'interno al giardino e le riforme architettoniche e lo sviluppo di nuovi processi per la produzione del vetro assicuravano l'utilizzo di finestre più grandi e quindi una migliore illuminazione nei soggiorni .

Senecio angulatus ha guadagnato popolarità in seguito alla guerra boera nel Queensland nell'era edoardiana, dove è stato visualizzato nei pilastri del giardino nei giornali di Brisbane alla fine degli anni '50. All'inizio del XX secolo, le piante d'appartamento sono state datate a causa della loro popolarità ingombra nel Victoria, sebbene il pothos dorato, i sempreverdi cinesi, la peperomia obtusifolia, le felci di Boston, i cactus e il ficus elastica abbiano avuto una presenza modesta per tutta la prima metà del secolo, ma più così dopo la seconda guerra mondiale, quando le piante d'appartamento divennero di nuovo mainstream.

I pothos dorati, i monstera, le violette africane e l'edera svedese hanno guadagnato popolarità negli anni '70, quando la moda delle piante è tornata di nuovo dopo la seconda guerra mondiale. Negli anni '70 c'è stata l'introduzione delle etichette per la cura delle piante. I garden center sono diventati onnipresenti negli anni '90 e le case spesso avevano piante ricche di fogliame in uno sfondo di "giungla indoor". Le piante erano molto di moda negli anni Sessanta e includevano filodendri, cordoni di cuori, felci di Boston, alberi a ombrello, syngonium, ebrei erranti tradescantias, palme kentia, spose di Tahiti, piante ragno, fichi piangenti, Ficus lyrata, Ficus elastica, aglacaonemasenas, , piante di alluminio e piante di serpente, che erano una vista comune nelle case in quel decennio.

Negli anni '70, il tono lussureggiante iniziò a diminuire nei salotti dove era di moda avere solo una o due grandi piante botaniche, come un ficus o una yucca. I centri commerciali, tuttavia, rimasero ancora decorati con piante lussureggianti. Negli anni Sessanta divennero di moda le orchidee falena, così come la Dracaena fragrans e il pothos dorato, che rimasero ancora alla moda. Gli anni '60 portarono anche un'ondata di interesse per le piante artificiali. Durante gli anni Sessanta, i bambù fortunati divennero popolari tra i consumatori.

La metà della fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '90 sono stati decenni revivalisti con piante alla moda dei primi decenni elencate sopra che sono state rivitalizzate e rese popolari dai social media, in particolare da Instagram. Le piante d'appartamento popolari in questi decenni includono gigli della pace, piante di preghiera, piante ZZ, begonie, piante di formaggio svizzero, crotoni, peperomie, pilea, piante aeree, ipoestes, cactus, felci di Boston e molte piante succulente come curio o senecios, euforbie, sedum , schlumbergeras , hoyas , ecc. Inoltre, l'interesse generale per le piante d'appartamento è esploso durante la pandemia di Covid nei primi anni '70.

Le piante sono state citate su Instagram in media più di 3 volte al giorno a luglio e l'hashtag plantmom è stato utilizzato più di 2. La gamma naturale di specie vegetali, le cui varietà sono utilizzate come piante d'appartamento, consente di trarre importanti conclusioni sulle loro esigenze di allevamento. Le piante delle foreste pluviali tropicali non hanno bisogno di riposo, a differenza di quelle delle zone temperate.

Di norma, i loro requisiti di umidità sono particolarmente elevati. Una conoscenza più precisa dell'area di vegetazione naturale di una pianta è quindi utile per la manutenzione. La maggior parte delle specie vegetali conservate come piante d'appartamento proviene dall'area della foresta pluviale tropicale e dalle aree adiacenti.

La durata della giornata è costantemente intorno alle dodici ore. Le precipitazioni sono distribuite uniformemente nel corso dell'anno. La temperatura media giornaliera dipende dalla rispettiva altitudine. Nelle foreste tropicali che non si trovano ad altitudini superiori ai metri, di solito è uniformemente tra 24 e 28 gradi Celsius tutto l'anno.

Nelle foreste pluviali più alte, la cosiddetta foresta tropicale di montagna, a volte la temperatura media è di soli 10 gradi Celsius. Le condizioni di illuminazione in cui prosperano le rispettive specie vegetali dipendono dai rispettivi livelli di vegetazione.

Le piante che crescono vicino al suolo sono generalmente molto tolleranti all'ombra. Al contrario, il fabbisogno di illuminazione è maggiore per le piante rampicanti e le specie a crescita epifita.

Le specie vegetali tipiche della foresta pluviale tropicale curate come piante d'appartamento sono bromelie, orchidee e filodendri. Sono adatte per essere conservate come piante d'appartamento perché di solito hanno un aspetto attraente tutto l'anno e non è necessario un periodo di riposo separato per queste piante.

In contrasto con le foreste pluviali tropicali, le foreste alternativamente umide o verde pioggia hanno periodi piovosi e secchi. Le specie che vi si trovano si sono adattate a questi periodi di siccità e hanno periodi di crescita e di riposo. Il successo del mantenimento di queste specie richiede il rispetto di questi periodi di riposo. Le specie vegetali tipiche delle foreste alternativamente umide, le cui varietà vengono coltivate come piante d'appartamento, sono le stelle dei cavalieri e il clivien, che è stato introdotto come pianta d'appartamento dal. suddivisa in savana umida, savana secca e savana spinosa.

Le specie vegetali in questo habitat si adattano molto bene alla siccità temporanea e alla bassa umidità. Sono principalmente piante grasse e cactus. Tuttavia, è importante notare che la conservazione a freddo in molte specie è necessaria in inverno per ottenere il successo della fioritura l'anno prossimo.

Oltre ai cactus, come piante d'appartamento si sono diffusi vari tipi di aloe, agavi, crassula, echeveria, euforbia e sansevieria. Le zone subtropicali sono caratterizzate da una lunghezza del giorno che cambia a seconda della stagione e da un inverno relativamente mite con abbondanti precipitazioni. Durante l'estate le precipitazioni si verificano solo occasionalmente e si possono raggiungere temperature molto elevate.

Mirto e oleandri così come alcune specie di ficus sono piante d'appartamento che provengono da questa zona di vegetazione. Pochissime specie di piante curate come piante da appartamento provengono dalla zona climatica temperata. Rappresentanti tipici sono forme coltivate di edera, Saxifraga stolonifera e Carex brunnea. Tutti prosperano solo se sono il più cool possibile. Sia l'irrigazione insufficiente che quella eccessiva possono essere dannose per una pianta d'appartamento.

Diverse specie di piante d'appartamento richiedono diversi livelli di umidità del suolo. Le punte croccanti marroni sulle foglie di una pianta sono un segno che la pianta è sott'acqua. Le foglie ingiallite possono indicare che la pianta è troppo annaffiata. La maggior parte delle piante non può sopportare le proprie radici nell'acqua e spesso porta alla putrefazione delle radici.

La maggior parte delle specie di piante d'appartamento tollera ambienti a bassa umidità se vengono annaffiate regolarmente. Piante diverse richiedono quantità di luce diverse, per durate diverse. Le piante d'appartamento sono generalmente coltivate in terreni specializzati chiamati terriccio o terriccio. Una buona miscela di terriccio include ammendanti per fornire alla pianta sostanze nutritive, supporto, drenaggio adeguato e aerazione adeguata.

La maggior parte dei terricci contiene una combinazione di torba e vermiculite o perlite. Le piante richiedono minerali del suolo, principalmente nitrati, fosfati e potassio. Le piante d'appartamento non hanno un'alimentazione continua di sostanze nutritive a meno che non vengano fertilizzate regolarmente. Le piante da appartamento sono generalmente piantate in vasi che hanno fori di drenaggio sul fondo del vaso per ridurre la probabilità di irrigazione eccessiva e acqua stagnante.

Un vaso troppo grande causerà malattie alle radici a causa dell'eccesso di umidità trattenuta nel terreno, mentre un vaso troppo piccolo limiterà la crescita di una pianta. In genere, una pianta può rimanere nello stesso vaso per circa due anni.

Anche i vasi sono disponibili in una varietà di tipi, ma di solito possono essere suddivisi in due gruppi: porosi e non porosi. I vasi porosi forniscono una migliore aerazione poiché l'aria passa lateralmente attraverso i lati del vaso. I vasi non porosi come quelli smaltati o di plastica tendono a trattenere l'umidità più a lungo e a limitare il flusso d'aria.

Oltre alle tradizionali miscele di terreno, nell'idroponica possono essere impiegati mezzi come l'argilla espansa, in cui la pianta viene coltivata in una soluzione di acqua e nutrimento. I metodi di coltivazione senza sporco includono la coltivazione di piante in vasi d'acqua, sabbia, ghiaia, mattoni e persino polistirolo. Viene eliminato anche qualsiasi habitat per i parassiti del suolo e l'approvvigionamento idrico della pianta è meno variabile.

Tuttavia, alcune piante non crescono bene con questa tecnica e i supporti sono spesso difficili da trovare in alcune parti del mondo, come il Nord America, dove l'idroponica e in particolare l'idrocoltura non sono così conosciute o diffuse. La subirrigazione offre un'altra alternativa alle tecniche di irrigazione dall'alto. In questo approccio la pianta viene annaffiata dal fondo del vaso.

L'acqua viene trasferita all'interno del terriccio, sia esso terreno o altro, per azione capillare. I vantaggi di questa tecnica includono quantità d'acqua controllate, che comportano minori possibilità di overwatering se eseguita correttamente, nessuna necessità di drenare le piante dopo l'irrigazione a differenza dei metodi tradizionali dell'acqua dall'alto e una minore compattazione del supporto a causa della pressione esercitata sul supporto dall'alto -irrigazione.

Le piante da interno riducono i componenti dell'inquinamento dell'aria interna, in particolare i composti organici volatili VOC come benzene, toluene e xilene. I COV sono più comuni nelle aree interne che all'aperto.


Ottieni una pianta per la tua scrivania! Aiuta a ridurre la fatica, lo stress e aumenta la produttività

Le piante degli uffici sono importanti, proprio come i giochi di team building e altre strategie per il morale del personale. Secondo uno studio di , gli impianti aumentano la produttività e aiutano le aziende a trattenere i dipendenti. Nello studio, anche le persone nei luoghi di lavoro con densità di impianto di uno per metro quadrato hanno ottenuto risultati migliori nei test di memoria e in altre valutazioni delle competenze di base. Sia che lavori da un ufficio a casa o in uno spazio ufficio condiviso, guardare il verde può avere un effetto rigenerante, secondo la scienza. Mantieni vivo e florido il tuo ambiente d'ufficio selezionando le migliori piante in condizioni di scarsa illuminazione e dando loro la cura adeguata.

Quando abbellisci gli spazi interni con piante d'appartamento, non stai solo aggiungendo quello scoperto che l'aggiunta di piante alle impostazioni dell'ufficio riduce la fatica.

Benefici delle piante da interno

Fai una donazione. Oltre ad avere un bell'aspetto, le piante d'appartamento supportano la salute umana nelle case, negli uffici, nelle scuole e negli ospedali. La ricerca suggerisce che i maggiori benefici delle piante da interno sono attraverso il benessere e il miglioramento della produttività. Si discute sulla loro influenza sulla qualità dell'aria interna. Sono allo studio i dettagli sul numero di piante necessarie. Le piante d'appartamento in crescita possono davvero aiutare a trasformare le nostre case, scuole e luoghi di lavoro in posti migliori dove stare? È una questione che numerosi studi scientifici hanno approfondito e i cui risultati stanno ora facendo luce sulla questione. Le piante da appartamento offrono due potenziali benefici per noi: miglioramento del benessere psicologico mentale e miglioramento della salute fisica dell'uomo i.

Vantaggi dell'aggiunta di piante al tuo ufficio

Quando parliamo di decorare le nostre case, possiamo facilmente pensare a molti modi per farlo. Potrebbe essere l'aggiunta di foto di cornici o alcuni decori al tavolino o alle pareti. Possiamo semplicemente scegliere alcune cose che amiamo dal mercato e aggiungerle in casa. Ma c'è una cosa che ci manca quando decoriamo: l'aggiunta di piante. Sì, molte persone hanno ignorato l'importanza delle piante in casa.

Se acquisti qualcosa tramite i nostri link, potremmo guadagnare denaro dai nostri partner affiliati. Scopri di più.

Sette vantaggi di avere piante nel tuo ufficio

Gli uffici privi di immagini, souvenir o altre distrazioni sono "lo spazio più tossico" in cui puoi mettere un essere umano, affermano gli psicologi in un articolo pubblicato lunedì, che afferma che i lavoratori ottengono risultati migliori quando vengono aggiunte piante domestiche ai luoghi di lavoro. Collaborando con accademici di quattro università in Australia, Regno Unito e Paesi Bassi, Knight ha affermato di essersi chiesto per anni perché la moda per gli uffici spartani sia stata così dominante nel mondo degli affari. Le persone negli uffici "snelli" non sono diverse, ha aggiunto. Nell'ultimo anno e mezzo, i suoi colleghi hanno visitato luoghi di lavoro tra cui un call center nei Paesi Bassi e un grande revisore dei conti di Londra per mostrare come una spruzzata di verde potrebbe migliorare rapidamente le prestazioni. I revisori dei conti della City, che Knight ha rifiutato di nominare, avevano speso "un sacco di soldi" per il loro ufficio, ha detto.

Le caratteristiche e i vantaggi delle piante da interno

Può sembrare inverosimile che il verde possa avere un effetto così vantaggioso su una cosa così semplice ma importante come la nostra vita quotidiana, ma i risultati e i sorrisi parlano da soli. Testimone della gioia che un albero vivo come un'enorme palma di bambù porta ai colleghi che camminano in un'area di ricevimento che abita, o il sonno tranquillo che una pianta serpente, un giglio della pace o una pianta ragno in una camera da letto può aiutare a favorire. I vantaggi delle piante da interno sono di fondamentale importanza per la qualità dell'ambiente interno. In questo viaggio alla scoperta, sveliamo i numerosi vantaggi che l'aggiunta di piante da interno alla tua casa e agli spazi dell'ufficio può portare. E ti incoraggiamo a usare questa nozione per ispirare ancora di più la tua creatività e per lasciarti scoprire la tua natura selvaggia con il tipo di idee che non solo sembrano fantastiche, ma fanno sentire incredibili anche te, la tua famiglia e i tuoi colleghi. I benefici delle piante d'appartamento e la loro capacità di filtrare le tossine nocive e gli inquinanti dall'aria all'interno dei nostri spazi interni più occupati rendono l'aria più respirabile per noi e, in definitiva, aiutano a trasformare una stanza in uno spazio abitativo. Formaldeide — che si trova comunemente in fazzoletti, tovaglioli, prodotti in legno e tessuti sintetici. Benzene: si trova comunemente in adesivi, lubrificanti, scarichi di veicoli e detergenti.

Benefici delle piante vere. Non tutti possono trovare un posto vicino al finestrino, quindi avere una pianta da interni può essere la cosa migliore da fare. Anche se spendiamo molto.

Le piante negli uffici aumentano la felicità e la produttività

Le piante da appartamento, come questo splendido albero di fico con foglie di violino, puliscono la nostra aria e migliorano il nostro umore! Dimentica pranzi con catering, kombucha alla spina o moderni open space. La maggior parte dei dipendenti rinuncerebbe a grandi vantaggi per un posto di lavoro con più verde e non c'è niente come poche piante vive per dare vita al posto di lavoro e ai suoi dipendenti. Ti stai chiedendo come creare un buon ambiente di lavoro con un po' più di verde?

Vantaggi delle pareti viventi interne

VIDEO CORRELATO: Piante da interno per stanze e uffici - Arredamento d'interni - - 40+Tipologie, vantaggi - Sahu Foundations

Il semplice inserimento di piante nell'ambiente costruito può aumentare comfort, soddisfazione, benessere e prestazioni. Esistono prove schiaccianti del grande valore di fornire piante e pareti viventi interne negli uffici, nei luoghi di apprendimento, nelle strutture sanitarie, negli spazi commerciali e nelle nostre case. Abbiamo bisogno di arricchire gli spazi in cui mettiamo le persone. Le pareti Living indoor offrono l'opportunità di mettere MOLTE piante pulenti dalle tossine e piante esteticamente gradevoli negli uffici e in altri spazi interni senza occupare spazio prezioso. E forniscono una serie di vantaggi interconnessi come segue:. Dai un'occhiata ad alcuni dei vantaggi delle pareti viventi con una selezione dei nostri straordinari progetti.

Investire con sur, taal e lay: il circolo delle quinte e come si gioca in borsa.

Migliora il tuo ambiente aziendale con la bellezza naturale aggiungendo piante da ufficio al design del tuo posto di lavoro. Le piante possono offrire alla tua azienda vantaggi che vanno ben oltre la semplice estetica. Le persone trovano conforto in spazi decorati con abbondante vegetazione. Gli studi universitari hanno concluso che con la presenza di impianti i dipendenti prendono meno giorni di malattia, sentono meno stress e vedono il loro spazio di lavoro in modo più positivo. Dai nuova vita alle squallide sale conferenze, alleggerisci l'atmosfera nelle aree di ricevimento e illumina il cubicolo solitario e lo spazio della scrivania con le migliori piante per ufficio. Le piante possono migliorare qualsiasi spazio del tuo ufficio mentre rinvigoriscono clienti, clienti e visitatori.

L'aggiunta di piante per interni all'ufficio è una delle più grandi tendenze di design per ufficio a cui prestare attenzione, offrendo alle aziende un'aggiunta allo stesso tempo naturale e bella all'interno del loro ufficio. È noto che le piante e il verde influiscono sul benessere generale dei dipendenti, fornendoti l'incentivo necessario per l'acquisto di piante per il tuo ufficio quest'estate. Incorporando la vita vegetale nel design del tuo spazio di lavoro, il tuo personale sarà in grado di godere della bellezza della natura all'interno, nonché dei numerosi benefici fisici e psicologici che derivano dall'avere piante per ufficio. Uno dei principali vantaggi di avere piante in ufficio; hanno un bell'aspetto.


Guarda il video: 7 piante benefiche da appartamento che ti fanno stare meglio


Commenti:

  1. Bobo

    Assolutamente si

  2. Brennon

    Totalmente d'accordo con lei. Penso che questa sia una buona idea. Pienamente d'accordo con lei.

  3. Kanelingres

    Penso che tu commetta un errore. Discutiamone.

  4. Goltigore

    Non approva

  5. Daim

    Rifiuto.

  6. Edlyn

    Non hai torto

  7. Cadman

    Scusa se interferisco... Capisco questa domanda. È possibile discutere.

  8. Derrance

    È - è inutile.



Scrivi un messaggio